Diablo Immortal è un gioco di ruolo d'azione online multiplayer free-to-play sviluppato da Blizzard Entertainment e NetEase.

Una puntata della serie Diablo, si svolge tra gli eventi di Diablo II e Diablo III. I giocatori scelgono e controllano una classe di personaggi - Barbaro, Mago, Monaco, Negromante, Cacciatore di Demoni o Crociato - che deve individuare e distruggere i frammenti nascosti della Pietra del Mondo per impedire al Signore della Maledizione, Skarn, di distruggere il mondo di Sanctuary. .

Pubblicità

Diablo Immortal ha affrontato diversi punti critici, dal suo sistema di progressione al suo focus sulle microtransazioni. I problemi del gioco di ruolo d'azione online sono peggiorati ulteriormente poiché il suo lancio nel mercato cinese è stato ritardato.

Diablo Immortal, l'ultima iterazione della serie di lunga data, ha affrontato molteplici punti critici, dal suo sistema di progressione alla sua attenzione alle microtransazioni. I problemi del gioco di ruolo d'azione online multiplayer free-to-play sono stati ulteriormente aggravati poiché il suo lancio nel mercato cinese è stato ritardato, con voci secondo cui il gioco potrebbe essere stato completamente bandito.

Diablo Immortal, gioco vietato in Cina? Continuare a leggere.

Diablo Immortal, gioco vietato in Cina? Continuare a leggere.

Gli sviluppatori di NetEase, ha annunciato ufficialmente che il motivo per ritardare il lancio del loro gioco in Cina sarebbe stato quello di apportare ottimizzazioni. Tuttavia, circola sui social media che un dipendente NetEase ha criticato Xi Jinping sull'app di social media cinese Weibu, con voci secondo cui il gioco sarebbe stato bandito in quel paese.

Secondo un rapporto di Reuters, il gigante dei giochi NetEase avrebbe dovuto rilasciare il titolo la scorsa settimana.

Secondo la pubblicazione cinese Radio Free Asia, il post pubblicato da un dipendente verificato di NetEase che criticava Xi Jinping è stato rapidamente rimosso e non è stato trovato su Weibu.

Chiariscono ulteriormente perché l'affermazione apparentemente benigna, approssimativamente tradotta come "Perché l'orso non scende?" è un'affermazione controversa nell'attuale scenario cinese:

Uno studioso di finanza cinese ha detto a questa stazione che la parola "orso" nel vocabolario cinese e nell'opinione pubblica rappresenta incompetenza, codardia, inefficienza ed errori frequenti. È facile associarlo a giudizi negativi e morali. Se "orso" è ancora associato a "lasciare l'incarico", significa... lasciare l'arena politica, o lasciare la posizione attuale e dimettersi, il che insinua il nervo più sensibile del PCC.

“Le dimissioni sono l'argomento politico più tabù per qualsiasi leader locale o leadership attuale in Cina. Quest'anno vuole iniziare il suo terzo mandato al 20° Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese, quindi l'ambiente dell'opinione pubblica di quest'anno è ancora peggiore...

(Tradotto da Radio Free Asia)

Anche se non è stato confermato che questa sia la vera ragione alla base dal ritardo di Diablo Immortal , eventi recenti della politica cinese e industria cinese dei giochi suggeriscono vivamente che questo potrebbe essere un motivo per il ritardo del gioco.

In questo caso, ci sono altre implicazioni per la capacità futura del NetFacile, Activision/Blizzard e Microsoft per lanciare i suoi titoli nell'enorme mercato cinese.

Quando Diablo Immortal era annunciato per la prima volta alla Blizzcon nel 2018, il titolo incentrato sui dispositivi mobili ricevuto duro feedback da parte dei fan.

Uno dei motivi per cui i fan hanno ipotizzato che il gioco avesse ancora il via libera era per soddisfare il mercato cinese, poiché è stato sviluppato da un'azienda cinese e la maggior parte dei giocatori cinesi gioca a giochi per dispositivi mobili.

In questo contesto, la notizia che potrebbe essere stata ritardata o bandita del tutto perché un dipendente NetEase ha criticato Xi Jinping è a dir poco esilarante.